Un giretto in Tunisia

Quando durante una cena, tra un bicchiere ed un altro, si chiacchiera sull’ andare a fare un giro in Tunisia. Per me sarebbe stata una delle tante altre volte, per i neofiti un avventura, perchè dire di no? Unico particolare, da quando ho venduto la moto sarei senza mezzo, ma mi basta poco per organizzarmi e cercare qualcosa di alternativo, prendo una vecchia vespa del 1981, la sistemo e sono pronto. Quando si vuole partire non esistono scuse. Il video è la sintesi di una decina di giorni spensierati, in un paese tranquillo e ospitale, adatto a tutti.


Danimarca, questa è una terra meravigliosa

Questa è una terra meravigliosa, così cantano i danesi nel loro inno nazionale. La Danimarca è principalmente natura, con le sue spiagge infinite dell’isola di Rømø, gli immensi spazi verdi dello Jütland, i fiordi che consentono al mare di penetrare questa terra fino al suo cuore. Cliccate sulla foto e fatevi un giro con noi in questa parte di Danimarca.

danimarca -lynving fyr

Danimarca Lynving Fyr





ait ben haddou

Ricomincio dal Marocco

 La moto può essere uno strumento di guarigione? Per me lo è stato. Dopo un grave infortunio sul lavoro (sono un Vigile del Fuoco ndr) e la sentenza del neurologo e dell’ortopedico, sembrava essere arrivato il momento di appendere il casco allo specchietto. L’ortopedico, anche lui motociclista, mi disse senza mezzi termini che il ginocchio era così malmesso che non avrebbe più sopportato moto pesanti come le nostre; ho ascoltato in silenzio il verdetto, come una condanna, non accennando neppure un abbozzo di difesa: tutta la “ram” del mio cervello era già impegnata a cercare una soluzione. Continua a leggere



Aspettando Halloween…

Dolcetto o scherzetto?… non voglio un dispetto vi porgo un dolcetto

Streghe, zombie, mostri e zucche… ecco cosa ci viene in mente quando pensiamo alla festa di Halloween!! Tuttavia, in pochi conoscono la vera origine di questa festa che al giorno d’oggi è così popolare.

Halloween affonda le sue radici in un passato lontano che, nel corso del tempo, ha subito molte modificazioni, fino a diventare la festa odierna prettamente commerciale. Continua a leggere


Il classico appuntamento dei triestini, il tramonto visto dal Molo Audace.

Il glorioso porto degli Asburgo

Trieste ha avuto un passato glorioso come porto franco nell’Impero austroungarico, e come si mette piede in città si notano i segni lasciati da un’epoca che non tornerà più, ma a cui i triestini sono ancora affezionati. Basta osservare piccoli segnali: ai piedi della statua della principessa Sissi ci sono sempre fiori freschi,posati da chi non l’ha dimenticata; l’atmosfera retrò che si respira nei caffè in stile “viennese” sempre colmi di persone a conversare, incuranti del tempo che corre, davanti ad un “nero”: da queste parti il caffè è una cultura ed i triestini hanno coniato un lessico per tutte le possibili varianti. Continua a leggere