Una nazione abituata a rialzarsi

Ci sono popoli che nel corso della storia non hanno avuto una vita facile, ed i polacchi sono uno di questi, popolo indomabile in un territorio ai confini dell’Europa. La Polonia ha subito la spartizione tra austriaci, prussiani e russi, che addirittura la cancellarono dalle mappe, per un periodo la Polonia non esisteva più. I nazisti hanno cominciato la seconda guerra mondiale proprio su questa terra,  e quando tutto terminò la Polonia è finita in mano ai sovietici, in un altro tipo di regime, e ci vollero alcuni decenni prima che ha colpi di piccone tutto finì. La Polonia una terra ricca di storia tra la natura, dove la fede religiosa si respira nell’aria. Una volta varcato il confine non si sa quale direzione prendere, tante sono le cose da vedere in questo paese, un po’ snobbato dal turismo, ma in grado di regalare emozioni nella semplicità dei polacchi. Continua a leggere





Questa è una terra meravigliosa

Questa è una terra meravigliosa, così cantano i danesi nel loro inno nazionale. La Danimarca è principalmente natura, con le sue spiagge infinite dell’isola di Rømø, gli immensi spazi verdi dello Jütland, i fiordi che consentono al mare di penetrare questa terra fino al suo cuore. Cliccate sulla foto e fatevi un giro con noi in questa parte di Danimarca.

danimarca -lynving fyr

Danimarca Lynving Fyr



in viaggio tra le highlands

Volevo vedere Nessie

Abbiamo attraversato l’Europa per arrivare a Loch Ness in Scozia, dove la leggenda narra che nelle profonde acque del lago vi si nasconda una creatura, Nessie, dal collo lungo che fu avvistata per la prima volta nell’estate del ’33. Utilizzo il termine creatura perché non vi sono prove di cosa si tratti di preciso, alcuni fotogrammi ritraggono quello che sembra un serpentone nuotare tranquillamente nelle fredde acque, altri giurano di averlo visto sulle sponde mentre si nutriva di arbusti. Continua a leggere


delta del po pesca oasi allevamento

La terra che cambia

Ci sono luoghi trasformati dalla storia e luoghi che, invece, sono cambiati dalla natura. Il Delta del Po è uno di questi, dove il “grande fiume” muta i confini in un eterna lotta con l’uomo che lo vorrebbe controllare. Ma il Grande Fiume va rispettato perché può essere più forte, e la storia ce lo insegna, ma anche fragile, se non si protegge il suo ecosistema. Continua a leggere